venerdì 22 agosto 2014

Ritornano a Procida i Comuni Virtuosi

Procida: via San Rocco
Ritorna a Procida L'Associazione dei Comuni virtuosi per promuovere il 13 settembre 2014 una  Scuola di AltRa Amministrazioneossia un corso di alta formazione  che ha lo scopo di contribuire alla diffusione di pratiche di gestione “virtuosa” della “res publica” e alla trasmissione di competenze fra amministratori.
Le buone pratiche, già attuate e sperimentate con successo in alcuni comuni italiani vengono illustrate, spiegate e trasferite come conoscenza ai partecipanti. 
I destinatari del corso sono amministratori locali, tecnici, funzionari e dirigenti comunali, ma anche cittadini motivati a riprodurre sul territorio buone pratiche di successo.
I docenti sono i protagonisti che hanno ideato e concretizzato i progetti descritti: sindaci, assessori, consiglieri 
comunali, rappresentanti di aziende che hanno fornito beni e servizi per conto del Comune.

Programma:  la prima parte della scuola è dedicata  alla gestione, con l’esperienza del Comune di Latronico (PZ) con il progetto dedicato alla “Città del benessere”. Nel corso del pomeriggio verrà presentata l'esperienza di Parma, per conoscere da vicino le innumerevoli esperienze virtuose nel campo dei “rifiuti zero”. Conosceremo infine  da vicino l’esperienza del Comune di Agerola (NA), con il progetto sulla gestione dei  rifiuti e la valorizzazione sostenibile del territorio. 


L’iscrizione alla giornata formativa ha un costo di € 50,00 a persona, e comprende il pranzo a buffet a filiera corta. Il modulo è compilabile on line al seguente indirizzo:  http://www.altramministrazione.it/modulo-di-iscrizione

lunedì 18 agosto 2014

Via le transenne alla Sagra del Mare!

Procida: Sagra del Mare 2013 con le transenne
Ci chiediamo: è giusto che un Amministratore della cosa pubblica abbia uno speciale riguardo solo per un gruppo di cittadini  a tal punto da predisporgli, durante la Sagra del Mare, un posto d'onore in prima fila e separi questo gruppo con transenne per segnare agli altri il limite invalicabile?
A noi appare tremendamente ingiusto. Comprendiamo le prime due file riservate alle autorità e alle istituzione, ma il resto ci appare uno schiaffo all'intera popolazione, in quanto uno degli obiettivi principali che un Amministratore democratico deve realizzare è proprio l'abolizione di ogni piccolo o grande privilegio.

domenica 10 agosto 2014

Procida: c'è grande bisogno di pace e di serenità fra tutti.

Procida 6 agosto 2014: il corteo dell'immagine sacra della Madonna delle Grazie in Largo Caduti
Per la prima volta, un forte messaggio di pace è stato lanciato nell' isola di Procida da don Marco Meglio, giovane Parroco, durante il trasferimento dell'immagine sacra della madonna delle Grazie dal santuario di Piazza dei Martiri alla Chiesa di san Leonardo. 
Don Marco ha invitato tutti i procidani a lavorare di più per la pace nel mondo, a cominciare dalle nostre comunità; a perdonare le offese, a ricostruire rapporti lacerati da conflitti e separazioni.
Un forte momento di preghiera e di riflessione, ma soprattutto un invito a vivere il Vangelo che chiede prima di ogni altra cosa rapporti di amore e di rispetto fra tutti, senza i quali la coesione sociale è sempre in pericolo con gravi conseguenze nella vita dei singoli e dell'intera isola.

a cura dell'Associazione Culturale Isola di Graziella

venerdì 8 agosto 2014

Procida: la baia della Chiaia maltrattata

Procida. la baia della Chiaia il 2 agosto 2014
Ancora oggi, la baia della Chiaia, una delle baie più belle dell'isola di Procida, non viene difesa dall'invasione eccessiva di motoscafi di varia grandezza, nonostante  essa sia situata nel Parco di Nettuno.
E' una baia balneabile abbastanza chiusa, e le cui correnti marine sono minime, per cui in estate con l'alta pressione non c'è molto ricambio, pertanto i motoscafi  non dovrebbero stazionare giorno e notte come oggi avviene e dovrebbero essere in numero molto ridotto. Non basta tenerli a 300 metri dalla spiaggia per evitare un inevitabile inquinamento, che nuoce ai numerosi bagnanti che vi confluiscono. 
Abbiamo più volte auspicato, in attesa di una più efficace attuazione della regolamentazione dovuta al Parco di Nettuno, un'ordinanza sindacale che, per motivi di salute pubblica, tenga i motoscafi fuori di questa baia. Invitiamo le Associazioni ambientalistiche nazionali ad adoperarsi per salvare la baia della Chiaia, un patrimonio di tutti, da questo continuo maltrattamento.